SOVRAPPORRE I FILTRI SOLARI

SOVRAPPORRE I FILTRI SOLARI

Monica chiedeva : “…si possono sovrapporre prodotti con filtri solari? Io devo necessariamente usare una protezione 50 per via delle macchie sul viso, ma ovviamente tutti i fondotinta o creme colorate hanno almeno una protezione 10-15. Cosa accade se li sovrappongo? Ho letto commenti del tipo “si destabilizzano i filtri e può accadere un pasticcio!!” Che succede, mi si fonde il viso???”

In tempi in cui il marketing promuove i benefit multifunzionali (multitasking) di un cosmetico, sempre più spesso, non solo con BB e CC creams, si parla di cosmetici con il benefit secondario ( ancillary ) della protezione solare.
Effettivamente applicando più cosmetici: creme, make up, sunscreens di fatto si combinano o sovrappongono sistemi di filtraggio UV che non sono stati concepiti per “lavorare” assieme.

Ovviamente non si fonde il viso, ma effettivamente la sovrapposizione di filtri solari può avere conseguenze indesiderate.
La comunicazione su come agiscono i filtri solari, soprattutto quelli insolubili, cosiddetti fisici , fa intendere che sovrapponendoli o miscelandoli non ci sia alcun problema. Al più si sommano le capacità filtranti, come se aprissimo 2 ombrelli sovrapposti sotto al sole.
Non è proprio così.
Il più delle volte è vero che sovrapponendo 2 sistemi filtranti l’SPF e/o il filtraggio UVA si sommano. Spesso si ha anche una sinergia , quindi un SPF finale maggiore della somma dei 2 singoli SPF. Ma il più delle volte non si tratta di una effettiva sovrapposizione.
Le molecole e particelle filtranti di fatto sulla pelle si possono mischiare, creando reazioni photochimiche inattese.
Ne parlavo qui:Protezione solare: cosa è l’effetto Booster.
Mescolando 2 filtri insolubili basati su ZnO (ossido di zinco) e TiO2 (biossido di titanio) a volte si è verificato che l’SPF finale non solo non era uguale alla somma dei 2 SPF, ma che faceva fatica a raggiungere il valore di SPF che avrebbe avuto il TiO2 da solo.*
L’alumina che spesso viene inserita in quantità non irrilevanti (anche il 6%) nel coating di questi filtri, può ridurre la capacità filtrante e la stabilità dell’avobenzone, che peraltro in presenza di pigmenti metallici Ossido di Zinco, Biossido di Titanio e Ossido di Ferro non rivestiti ( coated ) degrada rapidamente dopo l’irraggiamento…. e via di seguito.
Concludendo:
In linea di massima sovrapponendo 2 sistemi filtranti UV il più delle volte si ottengono fattori di protezione vicini alla somma dei due sistemi originari.
Invece mescolando 2 sistemi filtranti, quindi anche nell’area di contatto di sistemi sovrapposti, non si sa cosa si ottiene, ma in linea di massima il fattore di protezione finale è almeno pari al maggiore dei 2 che sono stati miscelati.
Mescolando 2 sistemi filtranti che non siano stati concepiti per lavorare assieme, tutte le valutazioni sulla photostabilità e photoreattività che si spera siano state fatte sui singoli sistemi non valgono più nulla.
E’ già difficile trovare un cosmetico per protezione solare formulato e prodotto al top, se l’esigenza primaria è la protezione dai raggi UV, meglio evitare pasticci .
Tutti i prodotti , make up o creme, che contengono ingredienti in grado di filtrare UV non dovrebbero evidenziare questo ancillary benefit, ad esempio evitando di esplicitare un valore di SPF, per non fuorviare il consumatore.
Un prodotto per protezione solare è una cosa, una crema idratante o un make up , anche se contiene ingredienti in grado di filtrare gli UV è un’altra cosa.

Rodolfo Baraldini

pubblicato il 21 settembre 2013

* Perchè sommando diversi sistemi filtranti l’SPF può calare. Possibili rimedi.

[post_view]

[post_view time="week"]

 

I commenti, le testimonianze e le opinioni sono sempre graditi. I programmi anti-spam possono far si che il commento sia visibile nel blog solo dopo approvazione. Per inserire nei commenti un link, rimuovere http:// e www. I commenti con argomentazioni ad personam, promozionali o non pertinenti verranno cancellati. Non è questa la sede per supportare le proprie tifoserie, fedi o ideologie.

2 Commenti

  1. Salve, mi chiedevo come si comportano i filtri solari se mischiati ad altri ingredienti. Ad esempio ho mischiato la protezione solare Cien SPF 50 con del gel di aloe (poco) che lo rende più spalmabile e asciutto, ma questo comporta un livello di protezione nettamente inferiore pur essendo la crema solare in percentuale decisamente maggiore in questo mix? Grazie.

    • difficile saperlo a priori, si devono considerare molti fattori e molte possibili interazioni. Può esserci solo una leggera diluizione o qualche reazione imprevista. In linea di massima è sempre meglio non pasticciare con le protezioni solari, volendo migliorare la spalmabilità preferirei applicare il cosmetico solare dopo aver applicato il gel piuttosto che mescolarli.

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Choose a Rating