Provvedimento ASA contro BIO-OIL

Provvedimento ASA contro BIO-OIL

Anche se non ha i poteri sanzionatori di organi governativi come l’FTC americano o come l’AGCM italiano è indubbio che l’organo di autoregolamentazione della pubblicità nel Regno Unito è particolarmente sollecito e attivo a tutela dei consumatori del cosmetico.

Nel 2009 l’ASA ha preso un provvedimento proibendo degli spot televisivi del BIO-OIL , in particolare chiedendo (..to remove the direct claim “Bio-Oil helps improve the appearance of scars, stretch marks and uneven skin tone” from future ads..) di rimuovere dai futuri messaggi pubblicitari il claim “Bio-Oil aiuta a migliorare l’apparenza di cicatrici, smagliature e colorito non uniforme della pelle”.

ASA Adjudication on Union-Swiss Ltd – Advertising Standards Authority   http://www.asa.org.uk/ASA-action/Adjudications/2009/9/Union_Swiss-Ltd/TF_ADJ_46914.aspx

Il provvedimento , con le sue motivazioni, è stato uno spunto importante in una controversia ad alto livello sulla sostenibilità ( substantiation ) dei claims cosmetici, per certi aspetti più interessante della controversia sulla efficacia del BIO-OIL o di un qualunque altro cosmetico per problematiche relative a cicatrici e smagliature.

Opinione della Paula Begoun sul BIO-OIL
http://www.beautypedia.com/search.aspx?cid=252&k=bio&bid=259&rid=%2c1%2c2%2c3%2c4%2c5%2c6%2c7%2c8%2c#&&8ZNQPkXs6Cey

Nella controversia intervenne Johann Wiechers ( un grande cosmetologo che ho avuto il piacere e la fortuna di incontrare prima della recente scomparsa ) .
Johann Wiechers , riconoscendo un potenziale conflitto di interessi visto che aveva “lavorato” per il BIO_OIL, criticò il provvedimento ASA, ma soprattutto difese la “scienza cosmetica”.

Attack on Bio Oil claims by ASA in England wrongly suggests chemist Johann Wiechers Beauty News

Discussione interessante in rete, purtroppo in olandese, dove emersero spunti ed opinioni interessanti. (consiglio  la traduzione automatica dall’olandese all’inglese )

Ars GeriatriCare: Vuoi il BIO_OIL ? 
http://geriatricare.wordpress.com/2010/02/14/u-wilt-bio-oil-oke-dan-bio-oil-littekens-en-bewijs-blb-part-two-starring-johann-wiechers/  

Importante notare che nel 2010 sono stati condotti ulteriori studi commissionati privatamente dalla Union Swiss ltd sulla efficacia del prodotto per cicatrici e smagliature e che in altri paesi dove gli spot televisivi del Bio-Oil sono stati discussi per la potenziale ingannevolezza non sono stati presi provvedimenti.

 

articoli correlati: MYTH-BUSTER: percellin oil , oli e cere dell’uropigio

Rodolfo Baraldini

Pubblicato il 31 agosto 2012

[post_view]
[post_view time="week"]

I commenti, le testimonianze e le opinioni sono sempre graditi. I programmi anti-spam possono far si che il commento sia visibile nel blog solo dopo approvazione. Per inserire nei commenti un link, rimuovere http:// e www. I commenti con argomentazioni ad personam, promozionali o non pertinenti verranno cancellati. Non è questa la sede per supportare le proprie tifoserie, fedi o ideologie.

4 Commenti

  1. Oltre ai vari claim da olio “miracoloso” quello che mi fa più inc… è il nome “Bio-oil”. Bio richiama biologico. Ma come si può vedere non è ne naturale ne tantomeno biologico. Quindi anche il nome è ingannevole.

    • La questione è stata discussa e contestata all’ AGCM da alcune associazioni consumatori italiane, con , a mio giudizio ,poche probabilità di venire accolta.
      Grazie per avermelo segnalato, merita un approfondimento.

  2. se in realtà il purcellin oil è solo olio di paraffina a me sembra solo una grande bufala, tanto vale utilizzare il baby olio della Jonson & Jonson

    • la registrazione di un marchio commerciale, come PURCELLIN OIL, non impone di identificare in modo univoco e certo l’eventuale prodotto che viene associato al marchio.
      I titolari del marchio possono utilizzarlo a loro discrezione per identificare quello che gli pare.
      In questo caso il fornitore di alcune materie prime cosmetiche che si trovano nel BIO_OIL è una società nata dalla fusione della DRAGOCO, con un’altro gruppo tedesco.
      Visto che DRAGOCO era il primo titolare del marchio PURCELLIN OIL viene spontaneo pensare che queste materie prime siano, almeno, i principali componenti di ciò che è stato registrato come PURCELLIN OIL.
      NE PARLIAMO QUI:  http://www.nononsensecosmethic.org/?p=40382 
      Comunque il fornitore della materia prima descritta come simile all’olio di uropigio gli attribuisce l’ INCI : Cetearyl Ethylhexanoate, Isopropyl Myristate ed un altro produttore di materie prime cosmetiche, la Evonik, descrive come “purcelin oil” il Cetearyl Ethylhexanoate.
      Quindi , sapendo che comunque resta una definizione arbitraria del titolare del marchio, direi che l’ inci del PURCELLIN OIL, non è ” paraffinum liquidum “.
      Concordo però pienamente sul fatto che si possano ottenere risultati analoghi (ammesso che ci siano risultati , più o meno positivi) massaggiando altri oli.

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Choose a Rating