Pantaloncino Snellente NIVEA

Pantaloncino Snellente NIVEA

 

 

Mi segnalano la grande novità e resto basito. Non è per nulla una novità, di cosmetotessili si parla ormai da molti anni. La novità è che dopo il tentativo di Wrangler di vari anni fa, quello di Garnier dell’anno scorso, adesso ci prova anche Nivea.
Mi viene voglia di parlare della coazione a ripetere e del umano istinto a ripetere i propri errori.
Come fa un dirigente marketing a credere nel successo di un prodotto già abbastanza sfiduciato dal mercato ?
Il grande successo del Clarisonic dopo che è finito sotto la gestione de L’Oreal dimostra che anche prodotti stantii o dormienti possono esplodere raggiungendo risultati commerciali importanti, basta riscrivere bene il concept.
Quindi sul pantaloncino Nivea non mi azzardo a fare previsioni sulla risposta che avranno dal mercato.
Non è irrilevante il fatto che entrando nella fascia low cost, cioè proponendosi a costi molto inferiori dei pantaloncini “snellenti” precedenti, comunque in Nivea hanno scelto un posizionamento molto diverso.
Il messaggio non esplicito è: vuoi andare in palestra a “rifarti” i glutei prima della loro esposizione in spiaggia? tra un pantacollant o un pantaloncino elasticizzato qualunque ed il nostro in cosmetotessile, non c’è un costo molto diverso, quindi tanto vale che prendi quello in cosmetotessile.
Della probabilità e delle ragioni per una eventuale efficacia ho parlato diffusamente qui: PANTALONCINO SNELLENTE DI GARNIER.

Riassumendo, nonostante le ricerche e le potenzialità della tecnologia cosmetotessile i prodotti sul mercato meritano la diffusa ed ampia sfiducia dei consumatori.

Nel caso del pantaloncino NIVEA poi non si capisce neppure il razionale per cui una microscopica esposizione al Q10 dovrebbe produrre un qualche effetto snellente ? Adesso anche il Q10 “brucia ” i grassi ?

Perché Microscopica ? Il bello del Q10 è che tingendo di giallo i tessuti con cui va a contatto ( anche la pelle ) permette di valutare quanto ce ne è e quanto eventualmente se ne trasferisce sulla pelle indossando il pantaloncino.

MYTH-BUSTER : creme al Coenzima Q10, ma quanto ce ne è dentro ?

Insomma se non è il Q10 a far dimagrire o snellire, perché adottare un pantaloncino snellente ?
Alcuni lamentano che questo sito, nato per smascherare bufale e insensatezze della cosmesi, alla fine non fornisca mai indicazioni positive se non proprio consigli per gli acquisti.

E’ una osservazione o una critica ragionevole, pertanto mi permetto di presentare il mio Pantaloncino Snellente Nononsense.
Visto che amo la trasparenza nella comunicazione, ammetto che ho fatto ampio uso di Photoshop per sembrare, nella foto accanto: donna, glabra, giovane, magra e carina.
Il pantaloncino non contiene paraffine o parabeni ed è fornito solo di un elegante colore nero antrace che si abbina perfettamente agli altri indumenti. Grazie alla flessibilità del progetto, i maschietti d’estate lo possono indossare anche a torso nudo.
Una speciale abbondante imbottitura interna nell’area dei genitali impedisce che si rischi di snellire aree che non si vuole snellire.

ISTRUZIONI PER L'USO

 

SNELLIMENTO GARANTITO* DOPO SOLO 200 ORE DI USO CONTINUATO.

Si consiglia di fare una abbondante doccia col delicato SAPONE SCIOGLIGRASSI CIANCIULLI dopo il trattamento.

>* i risultati non sono garantiti se non si abbina una dieta ipocalorica.

 

 

Rodolfo Baraldini

pubblicato 16 aprile 2014

panties (24572)
(25)

I commenti, le testimonianze e le opinioni sono sempre graditi. I programmi anti-spam possono far si che il commento sia visibile nel blog solo dopo approvazione. Per inserire nei commenti un link, rimuovere http:// e www. I commenti con argomentazioni ad personam, promozionali o non pertinenti verranno cancellati. Non è questa la sede per supportare le proprie tifoserie, fedi o ideologie.

10 Commenti

  1. È assurdo che ci sia il bisogno di sbufalare cose così. Ma invece dell’henne neutro cosa ne pensi? È vero che riveste e inspessisce il capello?

    • Questi argomenti coinvolgono centinaia di migliaia di persone, a giudicare dai volumi ed investimenti commerciali di queste operazioni.
      Assurdo ma necessario doverne parlare.
      Puoi definire più esattamente cosa intendi per henne neutro?

      • Intendo polvere di cassia obovata o italica essiccata, di cui si fa una crema aggiungendo dell’acqua e altri ingredienti e poi si applica sui capelli lasciando riposare qualche ora. Lo faccio da qualche mese e noto che li lucida e mi attenua la forfora, si parla spesso di quest’effetto della cassia che dovrebbe “legarsi” al capello inspessendolo, ma non so se c’è davvero una base scientifica. Noto in effetti che nei lavaggi successivi i capelli una volta bagnati e insaponati sprigionano ancora l’odore di questa polvere, proprio come se ci fosse uno strato che lo shampoo sta togliendo.

      • purtroppo gli estratti erbali, specie le polveri non lavorate non identificano chiaramente cosa c’è e soprattutto cosa è disponibile per una azione cosmetica a seconda del mezzo. In pratica un estratto erbale in acqua, ad esempio un the è diverso da un estratto erbale in olio , un oleolito ecc. ecc. E’ comunque buona norma non credere ad effetti quali inspessimento e rinforzo. Il capello come un ramo secco puoi verniciarlo, rivestirlo impregnarlo ma non cambia facilmente la sua struttura, come un ramo secco si ingrossa ed indebolisce con l’acqua ma poi quando l’acqua se ne va è difficile che resti qualcosa che ne aumenti lo spessore e la resistenza. che siano prodotti erbali o sintetici. Qualche effetto visibile si ha con oli siccativi , vedi: http://www.nononsensecosmethic.org/4-parte-oli-vegetali-nei-capelli/ o con tecniche sol-gel vedi: http://www.nononsensecosmethic.org/filloxina-elvive-ingrossa-davvero-il-capello/
        Non escludo che trucchetti tipo sol-gel siano possibili anche con estratti erbali; es. il kudzu, pueraria lobata o guar ma sono cose di cui non ho conferma e l’adesività di saccaridi e cellulose non è proprio l’ideale per il capello.
        L’estratto di cassia che lasci qualcosa di utile sul o dentro il capello dipende molto da come è formulato.

  2. Vabbè ma qui andiamo di cominco :-D

  3. carissimo, seguo sempre il suo blog con passione ed interesse. Mi permetto di aggiungere una cosa divertente.. i pantaloncini snellenti, di ogni marca che ho preso in esame, entrano solo alle donne magre…. che hanno ben poco da snellire. Come dire, tanto marketing per nulla. cordialità eliana tronci

    • Per favore datemi del tu.
      Divertente la cosa che hai notato, non ci avevo fatto caso.

  4. Rodolfo si avvicina l’estate e siamo tutti mozzarelline. Potresti scriverci un bel pezzo su DHA, eritrulosio, Maillard, e chi piu` ne ha piu` ne metta?

  5. Io vorrei vedere in faccia la donna media che con entusiasmo decide di comprare questi pantaloncini

    • ( mi è volato il commento prima che finissi) e ne trovi beneficio. Io ho usato per circa un anno il pantaloncino Snellente Nononsense e devo dire che ho ottenuto incredibili risultati nell’arco già di un paio di mesi e senza dimagrimenti non richiesti :D

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Choose a Rating