Cos’è

No-nonsense Cosmethic non è solo un sito di informazione sulla sicurezza e qualità dei cosmetici.

E’ un disciplinare di produzione e commercializzazione cui possono aderire i produttori del cosmetico che intendano partecipare alla campagna per un cosmetico più sicuro, funzionale e rispettoso del consumatore.

Attraverso la divulgazione il sito www.nononsensecosmethic.org si propone smascherare le assurdità che circondano il mondo della cosmesi.

3 Commenti

  1. Sicuramente dipende da una mancanza mia, ma non riesco a trovare le info del sito. Chi scrive i post, perchè lo fa, per conto di chi ecc ecc.

    • Purtroppo finché sono in Sardegna ho un accesso limitato al sito e la pagina “chi siamo” non riesco ad aprirla. Provvederò al rientro dopo il 15 settembre.
      Visto che la dietrologia su chi c’è dietro a questo sito viene alimentata continuamente da chi vede in questo sito una possibile interferenza nei suoi interessi, posso anticipare che il blog è gestito da me personalmente, che non sono retribuito in alcun modo per questa attività , che non ho, nè ho mai avuto rapporti di collaborazione nè ho mai lavorato come agente per la fornitura di materie prime cosmetiche, nè che ci guadagnerei qualcosa oggi venisse preferito un ingrediente cosmetico anziché un altro e che al momento non sono legato professionalmente ad alcuna marca cosmetica o società di certificazione.
      Rodolfo Baraldini

      • Grazie mille, è stato molto esauriente e tempestivo. Preciso che il blog mi è molto congeniale e che se ho fatto le suddette domande è per spirito critico, il quale comunque mi sembra apprezzato su questo sito… Recentemente ho trovato non so quante informazioni sulla cosmesi, sugli inci, sull’ ecobio, e la quantità di dogmi contrastanti mi confonde parecchio. Dopo aver rimpiazzato ogni cosmetico che possedevo con cose “verdi” mi sono imbattuta in questo sito che mi ha fatto rivedere le mie posizioni. A questo punto però sono piuttosto perplessa e confusa e non so di chi fidarmi e cosa sia sano o no.
        Risposta forse un pò lunga e divagante ma volevo far capire che non erano domande in cattiva fede.
        Grazie ancora,
        Lucilla