GROSSO GUAIO DI KANEBO: RITIRO DAL MERCATO DEI COSMETICI CON RHODODENOL

GROSSO GUAIO DI KANEBO: RITIRO DAL MERCATO DEI COSMETICI CON RHODODENOL

 

Da noi non se ne parla, ma KANEBO il prestigioso marchio giapponese, è in grossi guai.

Infatti è in corso il ritiro dal mercato di tutti i suoi cosmetici che contengono RHODODENOL, una molecola proprietaria , con forte effetto schiarente depigmentante.

Migliaia di consumatori-consumatrici hanno lamentato la comparsa di antiestetiche macchie bianche, vitiligine.

In molti casi le macchie sono associate a vere e proprie infiammazioni locali.

Il ritiro dal mercato Giapponese di tutti i cosmetici con questo ingrediente si stima possa superare i 4.000.000 di pezzi per  un valore stimato oltre i 60.000.000 di US$.

E ancora non si è cominciato a parlare dei danni che i consumatori o le consumatrici possono richiedere….

COMUNICATO STAMPA : http://www.kanebo.com/pressroom/pressrelease/20130819.pdf

Comunicato stampa di KANEBO del 19 Agosto 2013

FOR IMMEDIATE RELEASE

August 19, 2013

Kanebo Cosmetics Inc.

The present status of customer inquiries and the progress of the voluntary recall in Japan

of products containing the active ingredient and quasi-drug “Rhododenol”

Kanebo Cosmetics has been voluntarily recalling products containing an quasi-drug ingredient “Rhododenol,” We are issuing this announcement to update the press on the current status of inquiries on the product recall and related matters.

1. Number of inquiries received from customers (as of August 11)

- Through toll-free service number : 168,144

- Through stores : 74,297

2. Recall of the affected products (as of August 11)

- Returns from customers

Number of parcels received (a)

275,391 cases

Number of parcels opened (b)

223,074 cases

Number of items contained in the parcels opened (c)

456,911 pieces

Number of items per opened parcel (d=c÷b)

ca. 2.0 pieces

Estimated number of items contained in all parcels

(both opened and unopened) (e=a×d)

ca. 551,000 pieces

Estimated number of items remaining in private possession (f)

ca. 450,000 pieces

Return rate (g=e÷f)

122.4%

- Returns from sales outlets

Number of stores

16,909 stores

Number of products returned (h)

632,841 pieces

Estimated number of items stocked in stores (i)

ca. 580,000 pieces

Return rate (j= h÷i)

109,1%

Total number of products returned: ca. 1,184,000

(accumulated total shipments of the affected products: ca. 4,360,000) 3. Current number of customers who have been visited and are confirmed to have the vitiligo-like symptoms. (customers to be visited) (as of August 11)

Number of customers visited (total)

7,830

Customers with any of the three symptoms (*)

2,980

Customers with other symptoms or concerns

2,664

Affected customers who have already recovered or are on the way to recovery

1,622

Customers found not to have been affected

564

 

(*) The three symptoms: depigmentation in three or more areas of the body, depigmentation in an area of at least 5 cm and clearly visible depigmentation in parts of the face.

Cosa raccontano del RHODODENOL?

Dal sito www.kanebo.com/research/brightening/rhododenol.html

( note e commenti personali in rosso ):

Research on melanin control II: Development of Rhododenol

The next active ingredient (quasi-drug) we developed after Magnolignan was Rhododenol. Rhododenol is derived from a substance we found in abundance in a search for natural chemical compounds in the bark of the white birch tree. Kanebo Cosmetics discovered that one of these compounds confers strong brightening effects by suppressing the production of melanin in several stages.

The three mechanisms of the Rhododenol effect

  1. Inhibiting tyrosinase activity: The enzyme tyrosinase is a key factor in melanin synthesis. When activated, it binds with the amino acid tyrosine and gradually changes it to melanin. Rhododenol inhibits the activation of melanin production by binding with tyrosinase before the tyrosinase has the chance to bind with tyrosine. This action is called “competitive inhibition.”
  2. Accelerating tyrosinase degradation: Rhododenol reduces the amount of tyrosinase by accelerating its degradation.
  3. Inhibiting eumelanin synthesis: Melanin comes in two types, eumelanin, a brown-to-black type, and pheomelanin, a yellow-to-reddish-brown type. Eumelanin is thought to be the main cause of dark spots, dullness, and other types of pigmentation. Rhododenol inhibits eumelanin synthesis by preferentially lowering the amount and activity of enzymes involved in eumelanin synthesis.

 

White birch (Betula platyphylla, photograph on the left) and its bark (photograph on the right), the source of Rhododenol

Competitive inhibition by Rhododenol

 Al solito la comunicazione molto semplificata ed a volte pseudoscientifica con cui vengono promossi gli attivi cosmetici lascerebbe spazio a molte puntualizzazioni o critiche.

La più immediate:

1- la molecola utilizzata da Kanebo è di sintesi, i riferimenti alla corteccia di betulla bianca sono  un espediente che fa riferimento al “natural occurring” di questo tipo di molecole. In sostanza questa molecola e molecole congeneri possono trovarsi in vari frutti o piante. E’ una  abile finezza del marketing aver scelto come provenienza di un attivo sbiancante la “candida corteccia della betulla” anziche lo scurissimo succo di more o di altri frutti di rovo che ne contengono probabilmente di più.

2- La commercializzazione di questi cosmetici si è focalizzata su paesi asiatici con il claim “whitening” quando l’attivo non pare agisca inibendo la Pheomelanina.

3-Tra i 5 o 6 meccanismi d’azione conosciuti per regolare la pigmentazione della pelle viene citato quello della riduzione della tirosinasi ( anti-tirosinasi ) , che  il più delle volte  si è rivelato sostanzialmente inefficace.

Cosa è il RHODODENOL

 si tratta di 4-(4-hydroxyphenyl)-2-butanol, un attivo con effetto depigmentate congenere ( della famiglia ) degli schiarenti fenolici.

Dalla presentazione al IFSCC (International Federation of Societies of Cosmetic Chemists) , oltre 15 anni fa , del 4-n-butyl resorcinol ( RUCINOL) molti altri attivi simili sono stati sviluppati ed utilizzati nei cosmetici depigmentanti.

Oltre ad avere una discreta o buona capacità di inibire e/o degradare la tirosinasi, questi attivi hanno in genere sul melanocita un effetto analogo a quello dell’idrochinone. Quindi anche a piccole dosi possono produrre uno schiarimento effettivo ( contrariamente alle decine di inibitori della tirosinasi  che sulla pelle, in vivo, non sbiancano quasi nulla).

LISTA DEI COSMETICI KANEBO CHE LO CONTENGONO:

●IMPRESS

IMPRESS IC WHITE LOTION I
IMPRESS IC WHITE LOTION II
IMPRESS IC WHITE EMULSION I
IMPRESS IC WHITE EMULSION II
IMPRESS IC WHITE FIT MASK 3D
IMPRESS GRANMULA LOTION

●KANEBO BLANCHIR SUPERIOR

KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER I <170mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER I <280mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER II <170mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER II <280mL>
BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER 2(MINI) <25mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER III <170mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP CLEAR CONDITIONER III <280mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP MILKY CONDITIONER I <100mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP MILKY CONDITIONER II <100mL>
BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP MILKY CONDITIONER 2(MINI) <25mL>
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP NIGHT CONDITIONER I
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP NIGHT CONDITIONER II
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP NIGHT CONDITIONER 1(G)
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP NIGHT CONDITIONER 2(C)
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP UV DAY PROTECTOR
KANEBO BLANCHIR SUPERIOR WHITE DEEP MASK

●SUISAI

SUISAI WHITENING

●TWANY

TWANY ESTHETUDE WHITE LOTION I
TWANY ESTHETUDE WHITE LOTION II
TWANY ESTHETUDE WHITE LOTION III
TWANY ESTHETUDE WHITE LOTION I (REFILL)
TWANY ESTHETUDE WHITE LOTION II (REFILL)
TWANY ESTHETUDE WHITE LOTION III (REFILL)
TWANY ESTHETUDE WHITE UV PROTECT SERUM
TWANY ESTHETUDE WHITE CLEAR TIGHT MASK
TWANY CENTURY THE LOTION I
TWANY CENTURY THE LOTION II
TWANY CENTURY SKIN CARE TRIAL KIT
TWANY ESTHETUDE WHITE α SERUM LIMITD SET 12S

●AQUALEAF

●LISSAGE

LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER  (REFILL)
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER  (REFILL)
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER  (REFILL)
LISSAGE WHITE SKIN MAINTENIZER p (REFILL)
LISSAGE WHITE TRIAL SET
LISSAGE WHITE TRIAL SET
LISSAGE WHITE TRIAL SET
LISSAGE WHITE TRIAL SET
LISSAGE WHITENING REPAIR CREAM
LISSAGE BEAUTE CIRCU LEAD a
LISSAGE 20TH ANNIVERSARY TRIAL SET WHITE
LISSAGE 20TH ANNIVERSARY TRIAL SET WHITE
LISSAGE 20TH ANNIVERSARY TRIAL SET WHITE

●RMK

RMK INTENSIVE BRIGHTENING ESSENCE
RMK SKINTUNER BRIGHTENING LIGHT
RMK SKINTUNER BRIGHTENING MOIST
RMK SPECIAL SKIN CARE KIT 2013

●SUQQU

SUQQU WHITENING REPAIR ESSENCE
SUQQU WHITENING LOTION
SUQQU WHITENING BARRIER EMULSION

Il RHODODENOL  non è  inserito nell’inventario europeo degli ingredienti cosmetici.
Viste le molte marche/sottomarche e le attività globalizzate  del gruppo  l’area interessata  dal ritiro include : Taiwan, Hoing Kong, S.Korea, Thailandia, Malesia, Indonesia, Filippine, Myanmar e Vietnam .

Al momento non pare che i mercati europei siano interessati, anche se con i marchi SUQQU e RMK pare che alcuni prodotti siano stati commercializzati anche in UK.

Da quanto mi risulta, il RHODODENOL non è presente nei prodotti KANEBO SENSAI , commercializzati in Italia.

Secondo KANEBO ed i medici che hanno preso in cura i casi con reazioni avverse pare che l’inestetismo sia “reversibile” . Questo significa che lentamente la pelle ritornerebbe alla sua colorazione, anche se , sospettando meccanismi d’azione analoghi a quelli della vitiligine indotta da idrochinone , non sarei molto ottimista sulla faccenda.


L’immagine affianco di un viso  con evidenti segni di vitiligine è solo a titolo di esempio, non  rappresenta un caso di quanto pare sia stato prodotto dal RHODODENOL.

Riferimenti : http://www.kanebo.com/information/medical.html

 

Rodolfo Baraldini

Pubblicato il 21 Agosto 2013

[post_view]

I commenti, le testimonianze e le opinioni sono sempre graditi. I programmi anti-spam possono far si che il commento sia visibile nel blog solo dopo approvazione. Per inserire nei commenti un link, rimuovere http:// e www. I commenti con argomentazioni ad personam, promozionali o non pertinenti verranno cancellati. Non è questa la sede per supportare le proprie tifoserie, fedi o ideologie.

2 Commenti

  1. Accidenti, che storia! Com’è possibile che un prodotto così potente sia arrivato sugli scaffali accessibili al grande pubblico?

    Simili esiti sarebbero possibili anche con cosmetici che dovessero contenere principi attivi depigmentanti di comprovata efficacia, come il 4-n-butilresorcinolo?

    La cosa è quasi paradossale, dal momento che se l’attivo è capace di schiarire al punto da suscitare la preoccupazione generale, probabilmente è fin troppo efficace. :D D’altronde non ci si può certo aspettare che una molecola depigmentante sia anche capace di discriminare tra la “melanina antiestetica” e quella a cui si è abituati.

    • Come è possibile che sia arrivato sugli scaffali ? Tutti i cosmetici vengono messi sul mercato senza alcuna preapprovazione sanitaria. In Giappone poi gli schiarenti rientrano in una categoria più controllata , i quasi-drug dove gli attivi richiedono una preapprovazione ufficiale.
      Dell’effetto schiarente di ingredienti di quella famiglia ho parlato sommariamente qui.
      http://www.nononsensecosmethic.org/schiarire-le-macchiefondotintaspf100-pero-non-fa-il-caffe/
      Ma quello che è successo con il rucinol non deve necessariamente accadere con altre sostanze con qualche analogia nella struttura chimica.