COSMETICI CHE AIUTANO A RIPARARE ALL’ISTANTE LE DOPPIE PUNTE ; ma se è per questo, ci riesce qualunque “colla” !!

COSMETICI CHE AIUTANO A RIPARARE ALL’ISTANTE LE DOPPIE PUNTE ; ma se è per questo, ci riesce qualunque “colla” !!

 

Giulia mi scrive:  ” Hai visto lo spot di Pantene dove si parla di  riparare le doppie punte istantaneamente ? Che ne pensi ? “

Non l’ho visto e non posso commentarlo, ma non ci vedrei nulla di ingannevole: per riparare istantaneamente le doppie punte basta un po’ di “colla” :) .

Sono per me fuorvianti, quando non sono vere e proprie bufale i riferimenti ai cosmetici che nutrono o rinforzano i capelli , ma se qualcuno con un po’ di “colla” ripara le doppie punte dei capelli non ci vedo niente di male. Se poi l’operazione si riesce a fare senza avere una laurea in bricolage avanzato, tanto meglio.

Incuriosito da Giulia ho cercato la comunicazione di Pantene ed effettivamente in rete parlano  di riparare istantaneamente le doppie punte , ma solo in modo indiretto ( già “aiuta a riparare” non è la stessa cosa che “ripara” ).

Cosa raccontano ?

note e commenti personali in rosso
Dal sito doppie-punte-cosa-sono-e-come-eliminarle:

…Il prodotto specifico Siero Protezione Doppie Punte è ideale da usare non solo come prevenzione sulle lunghezze sane perché aiuterà le cuticole a non separarsi, ma anche direttamente sulle doppie punte formate perché fungerà da guaina, permettendo alle cuticole di compattarsi. -…

dal sito www.pantene.it

Siero Protezione Doppie Punte

Aiuta a riparare e a proteggere i tuoi capelli dai danni dello styling e dalle doppie punte. Nutre i capelli danneggiati che si spezzano facilmente.

CAPELLI NORMALI-SPESSI

SIERO PROTEZIONE DOPPIE PUNTE

Riparazione intensiva e protezione* per capelli secchi e con le punte danneggiate

*dai danni dello styling

Etichetta sul retro

CAPELLI NORMALI-SPESSI SIERO PROTEZIONE DOPPIE PUNTE

Il nostro siero aiuta a riparare e a proteggere* i tuoi capelli dalle doppie punte. Nutre i capelli danneggiati che si spezzano facilmente.

*dai danni dello styling

Consigli d’uso: Prendi una noce di prodotto tra le mani e applicala sui capelli asciutti. SENZA RISCIACQUO

dal sito desiderimagazine.it

L’utente ha valutato il prodotto in base ai seguenti criteri:

  • E’ il miglior Pantene di sempre
  • Aiuta a riparare all’istante le doppie punte
  • Shampoo, balsamo e intensivo = capelli forti e resistenti
  • Lo consiglieresti ad un’amica
Non ho trovato lo spot in italiano, ma questo Tunisino dovrebbe essere indicativo.

Ingredients: Cyclopentasiloxane, Dimethiconol, Alcohol Denat, Parfum, Panthenol, Panthenyl Ethyl Ether, Hexyl Cinnamal, Linalool, Butylphenyl Methylpropional, Benzyl Salicylate, Amyl Cinnamal, Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Citronellol, Alpha-Isomethyl Ionone.

Nel complesso la comunicazione Pantene non mi sembra fuorviante.

Nessuno dice che il prodotto elimina le doppie punte, nessuno dice che il prodotto impedisce che si formino .

Abbonda il solito prudenziale “aiuta” e si utilizza propriamente il verbo “riparare” anzichè “rinforzare”.

Anche l’animazione del filmato rappresenta un meccanismo d’azione verosimile. Si tratterebbe di creare una pellicola di prodotto che tende a riunire e mantenere uniti le diverse punte del capello. Non a caso il prodotto non deve essere risciacquato.

La lista ingredienti rivela una formulazione ultraconvenzionale, ritengo che ci siano migliaia di prodotti capelli tutti basati sul mix siliconico : Cyclopentasiloxane, Dimethiconol. Tutti i sieri, i balsami, i condizionanti basati su questi ingredienti creano una sottile pellicola siliconica che “riveste” il capello.

La presenza importante di alcohol, fa sospettare che il formulatore voglia sfruttare la capacità dell’etanolo di creare ponti idrogeno con la keratina , ottenendo una parziale denaturazione-coagulazione superficiale ed un effetto fissativo, prima della rapidissima evaporazione. Ma è solo un sospetto personale. Si tratta di accorgimenti formulativi che non possono essere dedotti da una lista ingredienti

Come funzionerebbe?
Chiunque si sia trovato a provare ad infilare un filo attraverso la cruna di un ago ha sperimentato come i diversi trefoli aprendosi impediscono l’inserimento.
Senza alcuna conoscenza delle forze di coesione intermolecolari…chiunque può bagnare il filo , riunire i trefoli e infilarlo nell’ago.
La “semplice” tensione superficiale dell’acqua agisce come adesivo che mantiene riuniti i diversi trefoli. L’acqua poi evapora e i trefoli possono riaprirsi.

Analogamente gli sfilacciamenti dei capelli ( doppie punte ) possono riunirsi all’interno di una pellicola – guaina cosmetica che le tiene riunite per un tempo più lungo di quello che farebbe la semplice acqua.
Perchè l’effetto sia duraturo il rivestimento deve essere resistente ma flessibile; perchè sia sensorialmente piacevole deve avere uno spessore minimo e non risultare appiccicoso .
Per questo una gomma siliconica come il dimethiconol la fa da padrone in quasi tutte le formule di questo tipo.

cane che ulula dalle risate per l'effetto ultrasuoniParlando di doppie punte e dei loro improbabili e difficili rimedi cosmetici non posso esimermi da una menzione per questo filmato pseudoscientifico che illustra un fenomeno che ha del “miracoloso”. Come nei migliori spettacoli di illusionismo, le doppie punte si riuniscono e saldano….tutte da sole.

Ho sempre pensato che chi si spignatta cosmetici autoprodotti abbia grandi possibilità di sviluppare cosmetici su misura superperformanti. Le maschere per capelli autoprodotte sono state già ampiamente sperimentate e discusse, mi permetto di apportare alcuni adattamenti per migliorarne la performance sulle “doppie punte”, indipendentemente dall’effetto “condizionante” e “lisciante”.

Visto che chi si autoproduce i cosmetici deve avere competenza e consapevolezza, come al solito, non fornisco formule e processi dettagliati, ma solo indicativi.

PARACELSO MASK-ENZYMES HAIR1
Si parte da 50 gr. della solita miscela di argilla ( ovviamente argilla ventilata senza impurezze ) e zucchero ( alcuni utilizzano il miele ). Il rapporto argilla/zucchero dipende dalla appiccicosità che si intende gestire e da come si intende rimuovere la maschera , possibilmente senza o con poco risciacquo ( La quantità di zucchero è direttamente proporzionale alla necessità di risciacquare ma anche al residuo effetto “tensore” che si vuole ottenere )
Aggiungere un 7 gr. di olio di lino ed 3 gr. di PAPAINA.
Aggiungere acqua e omogenizzare fino ad una consistenza cremosa.
Applicare lisciando ( anche con pettine o spazzola fine ) .
Lasciare in posa per il tempo necessario. ( se non si vuole l’effetto punk , meglio fare prima dei test su una ciocca )

Attenzione a non sottovalutare la PAPAINA. E’ una cisteine protease particolarmente attiva. In normali condizioni non riesce a dissolvere i capelli . Sono necessarie tutte le precauzioni del caso per allergie e sensibilizzazioni. Sono anche possibili reazioni crociate alla papaina per chi è allergico alla gomma, lattice.

Questa maschera è effimera, deve essere applicata pochi minuti dopo l’aggiunta dell’acqua alle polveri e non può essere conservata.

L’odore è SGRADEVOLE e non si ottiene neanche lontanamente l’effetto lucido-setoso del dimethiconol ;  ma per chi ama sperimentare sulla propria pelle ed a proprio rischio e pericolo nuove idee formulative,  la papaina è il tipico ingrediente molto efficace che un normale cosmetico industriale di solito  non può contenere, dato che una volta sciolta in acqua in poco tempo degrada.

L’efficacia di questa maschera sia come effetto “lisciante” sia nel “riparare” le doppie punte è molto dipendente dalla procedura di applicazione e di rimozione.

 

Concludendo: il miglior rimedio per le doppie punte, una volta formate, restano le forbici.
Un temporaneo e parziale miglioramento estetico è possibile con qualche trattamento cosmetico in grado di migliorare l’apparenza dell’inestetismo .

 

Rodolfo Baraldini

Pubblicato 22 Agosto 2013

[post_view]

I commenti, le testimonianze e le opinioni sono sempre graditi. I programmi anti-spam possono far si che il commento sia visibile nel blog solo dopo approvazione. Per inserire nei commenti un link, rimuovere http:// e www. I commenti con argomentazioni ad personam, promozionali o non pertinenti verranno cancellati. Non è questa la sede per supportare le proprie tifoserie, fedi o ideologie.

10 Commenti

  1. Leggo sempre molto volentieri questi articoli, e leggendo tra le ricette
    “home-made” online di impacchi per capelli con doppie punte e opachi, ho
    letto che alcune si trovano bene con una mistura di olio e succo di
    limone, altre no; c’è chi dice che il limone “secchi” o “sgrassi troppo”
    i capelli, nonostante l’olio, e da qui qualche domanda molto
    stupida e da chimica spicciola: per “sgrassare” non servirebbe un
    tensioattivo? Il succo di limone ha acido citrico, acqua, qualche vitamina, ma
    non tensioattivi.. Io pensavo che il ph acido chiudesse le squame e l’olio facesse il resto, senza sfibrare.. Il succo di limone sgrassa davvero?

    • definire: sgrassante.
      difficile capire cosa c’è dietro a risposte sensoriali soggettive.
      Il limonene è effettivamente un ottimo solvente e può “sgrassare”, ma nel succo ce ne sta veramente poco poco . Molto a spanne direi che applicando dell’olio con succo di limone certamente non sgrassi i capelli. Sto per pubblicare un pezzo su come tratterei i capelli lunghi e lunghissimi e approfondirò l’argomento.

      • Help help help, quando parli di capelli lunghi puoi dare anche qualche indicazione sull’uso della piastra ?

  2. Nell’ottica di rinforzare il capello per prevenire le doppie punte ha senso utilizzare prodotti a base di cheratina? considerando anche la definizione che ne danno i siti di materie prime: ‘La cheratina idrolizzata mostra una buona affinità con la cheratina dei capelli sulla quale svolge un’attività sostantivante, protettiva e filmogena’ e, quanto sono realmente utili gli impacchi per capelli (tipo quelli ‘della nonna’)? considerando che, come dici anche tu, non ha senso il concetto di ‘idratare il capello’ …Sono sempre stata una grande fan degli impacchi per capelli, ma ultimamente mi sto chiedendo se davvero siano così utili come ho sempre pensato.

    • Non ha senso il concetto di “nutrire ” i capelli… mentre è possibile idratarli, cioè aumentarne il tenore di umidità. L’idratazione dei capelli richiede sempre e comunque che l’acqua venga dall’esterno, mentre l’idratazione della pelle, sfrutta per lo più l’acqua che viene dall’interno. Tutte le sostanze applicate all’esterno del capello non possono aumentare significativamente la sua “forza”, sarebbe come se un legno secco potesse diventare duro come il ferro solo grazie ad una verniciatura superficiale. Mentre l’eccessiva idratazione lo indebolisce ed un capello molto idratato , se sollecitato meccanicamente, è più soggetto a rotture , proprio come un legno secco lasciato a mollo nell’acqua. Argomento da approndire.

      • scusa l’imprecisione! ma quindi per idratazione si intende banalmente bagnare il capello o anche l’utilizzo di umettanti o l’applicazione di burri o oli che possano influire sull’evaporazione dell’acqua?

      • Ne parlerò per meglio definire cosa si intende per idratazione visto che pelle e capelli hanno “logiche” molto diverse.

      • grazie mille!

  3. E QUESTO? PARLIAMONE

    Il botox per i capelli è un trattamento utilizzato per donare nuova luce alle nostre chiome.Sebbene sia noto come “Botox per capelli”, in realtà il trattamento in questione non contiene tra gli ingredienti questa tossina. La formula, infatti, contiene un insieme di vitamine (D, B6 e pantenolo),proteine e amminoacidi, che aiutano a idratare, ammorbidire e nutrire i capelli, soprattutto se danneggiati da colorazioni, cloro e sole.

    • Non li conoscevo. Sembra utilizzino la solita comunicazione che evoca trattamenti medicali per promuovere un cosmetico, ma l’inganno è duplice, perché non solo nessun trattamento cosmetico può dare i risultati del botox, ma in più il botox ai capelli non farebbe assolutamente nulla. Ritengo sia sanzionabile ….

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Choose a Rating