Aloe Barbadensis o Arborescens

Aloe Barbadensis o Arborescens

 

Eve mi chiede:  esiste davvero una differenza tra l’aloe barbadensis e quella arborescens.  ?

Le piante sono diverse e si vede chiaramente, ma per la presunta efficacia cosmetica sono analoghe.

Infatti la differenza principale, che si può individuare, è nella qualità e distribuzione delle componenti phenoliche, aloesin, 2′-O-feruloyl aloesin, aloeresin, barbaloin, isobarbaloin, aloenin, aloe-emodin, gli antrachinoni . Quelli prevalenti nell’aloe arborescens  sono diversi, ad esempio la arborescens presenta una presenza significativa di aloenin, invece assente nella barbadebsis.

Visto che nell’utilizzo cosmetico tutti gli estratti di aloe devono essere sostanzialmente privi di antrachinoni per la loro tossicità, <30ppm, gli estratti per uso cosmetico di aloe barbadensis o arborescens sono sostanzialmente uguali.

L’aloe è un ingrediente emozionale di successo tra i più consolidati e duraturi.

La sua efficacia sia cosmetica , sia nella medicina non convenzionale è controversa. Si potrebbero scrivere interi  libri sulle infinite presunte azioni benefiche come sulle  bufale che circolano.

La principale funzione cosmetica dell’aloe nel cosmetico resta farlo vendere. La maggioranza degli ingredienti cosmetici derivati dall’aloe sono composti sostanzialmente da acqua e all’acqua si riconduce la loro presunta efficacia cosmetica.

 

Rodolfo Baraldini

pubblicato il 6 settembre 2013

[post_view]

 

I commenti, le testimonianze e le opinioni sono sempre graditi. I programmi anti-spam possono far si che il commento sia visibile nel blog solo dopo approvazione. Per inserire nei commenti un link, rimuovere http:// e www. I commenti con argomentazioni ad personam, promozionali o non pertinenti verranno cancellati. Non è questa la sede per supportare le proprie tifoserie, fedi o ideologie.

4 Commenti

  1. Ciao Rodolfo, cosa ne pensi al riguardo: http://www.cosmeticsandtoiletries.com/regulatory/Prop-65-Not-Cool-with-Aloe-Vera-Extract-367807551.html
    Sinceramente, non ho capito un granché. Help me, please!

    • Faccenda nota e discussa da tempo. Il marketing della paura e dell’allarmismo verso gli ingredienti cosmetici non tiene conto del fatto che anche tanti ingredienti biologici sono considerati cancerogeni o teratogeni , insomma tossici. L’aloe come le carni rosse è classificato dallo IARC come cancerogeno a causa degli antrachinoni che può contenere. Una applicazione rigida e coerente delle regole che escludono ingredienti classificati come cancerogeni dai cosmetici, come la norma californiana, dovrebbe teoricamente “bandire” questi ingredienti. Nella UE si è trovata una scappatoia nella norma , ammettendo le sostanze che anche se classificate come cancerogene hanno un utilizzo alimentare, come l’alcohol etilico, in California non so….Il problema è che a parte chi ha precisi interessi a vendere un ingrediente o un cosmetico anziché un altro , la diffusa ossessione sugli ingredienti cosmetici buoni o cattivi è insensata.

      • Ho controllato ma l’aloe non è vero che sia classificata come cancerogena 2B dallo IARC. https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_IARC_Group_2B_carcinogens

      • purtroppo anche Wikipedia non è sempre affidabile. L’aloe vera whole leaf extract è classificato 2 B dallo IARC , quindi cancerogeno esattamente come il tanto demonizzato 1-4 dioxane degli etossilati. Purtroppo lo spauracchio delle classificazioni di cancerogenicità dello IARC viene spesso utilizzato per demonizzare alcune sostanze anziché altre senza far capire ai consumatori cosa effettivamente significano queste classificazioni. http://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol108/mono108-01.pdf

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Choose a Rating